In MTB a Levanto

Tour in MTB a Levanto

La Liguria, stretta tra mare e monti, è il territorio ideale se, come me, ami andare in bicicletta “vista mare”. 

Ed è proprio a Levanto che, in una caldissima mattina di metà luglio, ho pedalato su uno dei percorsi più panoramici che abbia mai fatto in mountain-bike negli ultimi anni. 

Un percorso lungo 30 chilometri con circa 650 metri di dislivello di media difficoltà; molto molto interessante per i panorami, ma non solo: si ha infatti la possibilità di visitare i caratteristici borghi liguri arroccati sui fianchi della montagna, di immergersi nella caratteristica vegetazione mediterranea, di ammirare le coste frastagliate che si tuffano nel mare incontrando tutti i toni del blu ed infine, ma non in ordine di importanza, di percorrere la particolarissima ed unica nel suo genere pista ciclabile che collega Framura a Levanto. 

Una giornata in MTB a Levanto

© Fabiola Trippetti

Il mio percorso in Mtb a Levanto

Partiamo dal centro del paese per salire in bici attraverso la strada provinciale SS332 che conduce al passo del Bracco, un classico se vuoi esplorare la vallata di Levanto in MTB. 

I tornanti salgono velocemente e pedaliamo tra panorami mozzafiato che spaziano verso il mare e i piccoli borghi di case dalle tinte pastello che punteggiano le montagne che sembrano abbracciare la costa frastagliata. La strada è poco trafficata e raggiungiamo quota 650 metri in meno di un’ora. Deviamo sulla sinistra al 9° chilometro: l’incrocio da imboccare è facilmente riconoscibile perché troverai il cartello escursionistico con i sentieri di Liguria. La strada sterrata è dapprima larga e poco sconnessa ma poi inizia subito a scendere in un single-trek che entra in un fitto bosco. Sali e scendi abbastanza dolcì fino ad arrivare ad un sentiero che scorre veloce tra la bassa (e verdissima) vegetazione di felci. E’ questa la parte più impegnativa dell’intero percorso: discese ripide dal fondo sassoso si alternano a tratti sconnessi e poco tracciati.

Seguiamo il sentiero per qualche chilometro fino a raggiungere l’asfalto che ci porterà al primo borgo che costituisce il comune di Framura: Costa. Framura, ci hanno spiegato, è un comune formato da 6 borghi, dalla marina e da sei spiagge. 

Dalla piazzetta di Costa ammiriamo il panorama sotto di noi. Purtroppo il tempo stringe ed abbiamo ancora parecchia strada da percorrere: imbocchiamo la stretta strada a destra della piazzetta che sale verso il monte Serro: due difficili tratti ripidissimi metteranno a dura prova le nostre gambe (ed il nostro fiato). Effettuiamo l’intero perimetro del monte attraverso uno stradone che ci permetterà di ammirare dall’alto anche la cittadina di Deiva Marina che si trova a nord di Framura. Di nuovo bosco e single-trek, questa volta le discese sono più semplici ed anche più divertenti; poi imbocchiamo la strada che ci riporterà all’asfalto, ma prima, effettuando una piccola deviazione verso destra, potremo ammirare uno dei panorami più belli del nostro giro a Levanto in mtb: siamo a Punta Apicchi. 

Verso nord si distingue chiaramente il profilo del promontorio di Portofino mentre verso sud il blu del mare ci lascia intravedere il porticciolo di Framura e la meravigliosa costa frastagliata che scivola verso Levanto. 

Dalla strada asfaltata imbocchiamo una Creuza (che in dialetto genovese indica una strada suburbana che scorre fra due muri che determinano i confini di proprietà) che scenderà fino alla Marina di Framura passando per altri due borghi: Setta ed Anzo. Raggiungiamo il caratteristico porticciolo di Framura, carichiamo le bici nell’ascensore e poi imbocchiamo la bellissima pista ciclabile che in circa 7 chilometri ci riporterà a Levanto.

 

Un post di Fabiola, che ha scritto di Levanto anche sul suo blog Fabilax: Levanto, non solo mare.

Rispondi

  • (will not be published)