De Gustibus Levanto: dove storia e arte culinaria si incontrano.

De Gustibus: dove storia e arte culinaria si incontrano svelando i segreti di Levanto.

Domenica 9 ottobre, la giornata non sembra essere delle migliori, una leggera pioggerella ci accompagna, ma, fiduciosi in un miglioramento meteo, raggiungiamo il punto di incontro in Piazza Cavour; subito ci accolgono con musica, un sacco di sorrisi e il gruppo storico Borgo e Valle che si esibisce per noi,

…e chi si ricorda più che pioviggina!? 🙂 

 

Una volta preso il nostro bicchiere (con porta bicchiere annesso) che ci accompagnerà per tutto il tragitto, ci dividiamo in gruppi, ognuno organizzato con una guida locale, noi abbiamo il piacere di avere come guida Marcello Schiaffino, un tempo sindaco della bella Levanto, che durante il tragitto ci racconta un sacco di vicende storiche e curiosità decisamente interessanti sul borgo storico e il suo sviluppo dal Medioevo ad oggi.

Affascinati da tutti questi racconti da Piazza Cavour ci dirigiamo verso Via Garibaldi, da cui iniziò l’espansione del Borgo nel tardo Medioevo e che completato nel 600 prese il nome di “U Stagnu”, (a seguito dell’inglobamento del torrente Gavazzo sottostante) le famose palazzine, oggigiorno presenti decorate in stile genovese, furono edificate solo successivamente tra il XVIII e il XIX secolo.

 

Via Guani

Via Guani e le Grottesche

 

Dopo aver percorso via Garibaldi giungiamo in via Guani con la sue grottesche, questo caruggio mostra ancora con orgoglio gli antichi magazzini e le abitazioni mercantili che un tempo la costeggiavano, ora invece, intervallati da palazzi signorili edificati in seguito.

Da Via Guani saliamo arrivando alla bellissima Chiesta di San Giacomo e ai giardini adiacenti, dove ci accolgono con la prima postazione: verdure ripiene per tutti!

 

La cantina Levantese accompagna con vini locali il nostro piatto di verdure ripiene (buonissime) e nel frattempo ci perdiamo nel paesaggio che si apre davanti a noi del centro storico incorniciato dal verde delle colline con il campanile di San Andrea che si staglia nel cielo, che bellissima occasione di vedere la mia amata Levanto sotto un punto di vista così diverso e nuovo!

 

le mura

Le Mura Medievali

 

Percorrendo i giardini arriviamo alla bellissima Torre dell’Orologio (quest’anno proposto come luogo del cuore FAI) e alle mura medievali che la cingono, da qui scendiamo con la nuova scalinata dalle mura direttamente al sentiero che porta verso Prealba, eccoci arrivati alla seconda Postazione: i giardini dell’ostello Ospitalia del Mare e qui finalmente il tempo ci fa un bellissimo regalo, il sole!

 

 

Croxetti al sugo di noci

Croxetti al sugo di noci

 

La fame comincia a farsi sentire e una bella porzione di Croxetti al sugo di noci ci fa davvero felici! La Cooperativa la Vallata invece ci coccola con dell’ottimo bianco e rosso locale e la Compagnia degli Elfi ci serve dei piatti abbondantissimi con un sacco di sorrisi mentre il sole fa da cornice! Quanto ci piace!

Dopo una visita al museo annesso all’Ospitalia, e scoprendo la storia del Porto Canale che qui si espandeva, immersi nella storia di un antico tempo in cui il mare arrivava incanalandosi  fino alla foce del Rio Cantarana, possiamo muoverci verso Piazza della Compera, qui troviamo ad aspettarci un super porzione di torta di verdure e vino della cantina la Compera: una piccola pausa ancora prima della salita verso la Chiesa di Sant’Andrea e il Castello.

 

torta d'erbe

torta d’erbe alla Compera

 

Arrivati al Castello ci accolgono con una porzione gigantesca di stoccafisso accomodato (buonissimo!) e il vino della cantina Buranco, la vista è impagabile, il castello offre una visione panoramica di Levanto, fronte mare e monte, mozzafiato e sembra di essere inglobati nel tempo del passato, i proprietari Thomas e Alfredo (gentilissimi) e il DeGustibus ci hanno offerto un’occasione unica e speciale per visitare un luogo magico.

 

Scendendo dalla scalinata verso la passeggiata mare arriviamo alla quinta postazione, castagnaccio e passito  vista mare serviti con la simpatia impagabile dei ragazzi della Brothers surf house.

 

Brothers con castagnaccio

Brothers e castagnaccio

Ancora qualche metro e arriviamo all’ultima postazione in Piazza della Loggia, dove ritroviamo tutto lo staff del Consorzio OcchioBlu organizzatore insieme a Lorenzo Perrone di questo magnifico evento che è il De Gustibus.

I biscotti della Perla e i canestrelli di Bianchi ci coccolano insieme a un ottimo prosecco delle cantine Sassarini, musica e divertimento per tutti in piazza e la consapevolezza di aver partecipato a un bellissimo evento che ha saputo integrare i patrimonio storico-artistico e l’arte culinaria della nostra bellissima Levanto,

Avrei anche potuto raccontarvi tutte le vicende storiche e le affascinanti curiosità che Marcello ci ha descritto durante il tragitto, ma credo vi toglierei il piacere di scoprirle da voi al prossimo appuntamento con il DeGustibus 2017, vi aspettiamo!

 

Un grazie di cuore a tutti gli organizzatori, OcchioBlu, Lorenzo Perrone con la compagnia degli Elfi, il Comune di Levanto, le guide e i volontari tutti che si sono adoperati per questo bellissimo evento, che prossimo anno ripeterò sicuramente!

 

FOTO E TESTO NICORA MAGDA

Rispondi

  • (will not be published)