Pedalando sul mare, lungo la ciclopedonale MareMonti

Tra Levanto e le biciclette la storia d’amore esiste da sempre…

Girare in bici per il borgo, con calma e spesso senza una meta precisa è sempre stata una caratteristica del paese, ma cinque anni fa questa abitudine dei levantesi ha potuto estendersi al di là dei confini comunali, con l’apertura a pedoni e ciclisti della ex galleria ferroviaria che la collega a Bonassola.

Pedalando sul mare, lungo la ciclopedonale MareMonti

Dopo lunghi anni di trattative, progetti e speculazioni, nella primavera del 2010 i due chilometri che collegano un lungomare all’altro riaprirono finalmente al pubblico.

Pedalando sul mare, lungo la ciclopedonale MareMonti

Una pista ciclabile illuminata e affiancata da una fascia pedonale, che consente in pochi minuti di passare da un paese all’altro, di fare sport al fresco durante i mesi più caldi, di godere di scorci unici respirando salmastro e anche di accedere ad alcune spiaggette veramente uniche!

La primavera successiva vide anche l’apertura della tratta successiva che collega Bonassola allo splendido porticciolo di Framura

Pedalando sul mare, lungo la ciclopedonale MareMonti

Qualche mese fa poi, grazie alla collaborazione di varie scuole locali, la pista è stata battezzata e ha ora un nome ufficiale: Ciclopedonale Maremonti.

Bonassola

Questo piccolo borgo marinaro è un appuntamento fisso per gruppi di amici che anno dopo anno vi si ritrovano semplicemente per stare insieme e godere della bella spiaggia e dell’acqua cristallina che la bagna. 

Uscendo dalla galleria, vi consiglio di parcheggiare la bici appena entrati in paese e di fare due passi per il piccolo centro chiuso al traffico e poi fino alla romantica chiesetta rosa sulla scogliera, la Madonnina della Punta.

Pedalando sul mare, lungo la ciclopedonale MareMonti

Scatto di Nicola Goller, dal sito della Pro Loco di Bonassola

 

Controllate anche il programma di mostre ed eventi perché l’appena restaurato Castello degli Ardoino del XVI secolo ne ospita di frequente. Se amate il barocco, vi consiglio anche una visita alla Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, la cui facciata ligure nasconde un interno sfarzoso e alcune tele attribuite alla bottega di Bernardo Strozzi. 

Framura

Framura è un insieme di piccole e tipiche frazioni abbarbicate sul mare. Arrivati qui dovrete parcheggiare la vostra bici e poi scendere le scalette che portano all’incantevole porticciolo e da qui risalire dall’altra parte della ferrovia. Se non vi va di arrampicarvi fino a Costa, potrete prendere il pulmino che dalla stazione porta alle frazioni ogni ora circa, per poi ridiscendere passeggiando tra un borgo e l’altro (Setta, Ravecca e Anzo), alla scoperta di vicoli, fontane, antiche torri di guardia genovesi, lavatoi, chiesette e scorci  mozzafiato.

Pedalando sul mare, lungo la ciclopedonale MareMonti

Dalla stazione, attraversando il sottopassaggio, potrete anche rilassarvi un po’ nella piccola spiaggia di Torsei, ora collegata alla spiaggia della Vallà da un sentiero che ricorda in tutto e per tutto l’oramai mitica Via dell’Amore nelle vicine Cinque Terre. 

La ciclopedonale MareMonti raccontata dai blogger

Nel corso di questi cinque anni molti blogger sono stati in visita da queste parti e rientrando a casa hanno raccontato un po’ di Levanto e ovviamente anche della nostra bella pista ciclabile. 

Qui alcuni degli articoli che ho letto in merito, che mi hanno colpita e che potrebbero interessarvi:

Pedalando sul mare, lungo la ciclopedonale MareMonti

P.S. Vi consiglio anche la lettura di questo post di Serena che è poesia… si intitola Levanto e l’indaco del mattino e il suo blog è Mercoledì tutta la settimana.

Ne avete letti altri o ne avete scritto uno voi stessi? Fatecelo sapere lasciando un commento!

Buona pedalata 😉

5 Responses to “Pedalando sul mare, lungo la ciclopedonale MareMonti”

Rispondi

  • (will not be published)